“L’Alessandria Calcio scende in campo contro il Covid-19. Per un aiuto concreto e tempestivo a favore degli ospedali della provincia di Alessandria, impegnati nell’emergenza Covid-19, L’Alessandria invita tutti gli sportivi e i tifosi a partecipare alla raccolta con un bonifico intestato a PRO ASL-AO AL UNITI CONTRO COVID-19. #fermiamoloinsieme #ForzaGrigi”

Questa l’informativa sul sito dell’Alessandria Calcio (http://www.alessandriacalcio.it/news) che fin dallo scorso 12 marzo ha tra i primi sostenuto la campagna della Fondazione Solidal e della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria per contrastare il virus, che può essere debellato solo rimanendo a casa: #fermiamoloinsieme e #doniamodacasa perché solo insieme e uniti si può contrastare questo virus che ha sconvolto così prepotentemente le nostre vite in questo ultimo periodo.

Tra i primi a scendere in campo,  Umberto Eusepi che da casa, con i suoi bambini, ha invitato a tirare un calcio al virus insieme ai suoi figli e a “dare una grande mano agli ospedali della provincia, perché in questo momento hanno bisogno di noi più che mai”. Dopo di lui anche il capitano Alessandro Gazzi ha sostenuto la campagna con un video sulla pagina Facebook dell’Alessandria Calcio, per sottoscrivere la raccolta fondi per gli ospedali della provincia di Alessandria.

La Fondazione Solidal e la Fondazione Cassa di Risparmio ringraziano di cuore la società, i tifosi e tutti coloro che fino ad oggi hanno sostenuto la raccolta fondi: il risultato fino ad oggi è straordinario, grazie alla solidarietà e alla generosità di una intera comunità che ha saputo comprendere l’emergenza.

I risultati sono tangibili: i primi trecentomila euro sono già stati versati all’ASL AL e all’Azienda Ospedaliera di Alessandria che ha avviato le procedure prioritarie di acquisto per sei letti di rianimazione, un tavolo operatorio e cento caschi CPAP per i pazienti ricoverati, oltre a sedicimila mascherine FFP3, un milione di guanti monouso in nitrile, diecimila camici di protezione, mille visiere protettive e settantamila mascherine chirurgiche come dispositivi di protezione per gli operatori sanitari.

Grazie di vero cuore a ciascuno dei milleduecento donatori.

Ma la raccolta continua, perché il materiale va costantemente utilizzato e ciascun donatore può fare la propria parte da casa, donando e aiutando il proprio ospedale attraverso un bonifico intestato a

PRO ASL-AO AL UNITI CONTRO COVID-19

IBAN IT52 S 05034 10408 000000005537

oppure sul sito della Fondazione SolidAl attraverso il circuito PayPal.