L’abbraccio virtuale e solidale attorno agli Ospedali della Provincia di Alessandria si fa sempre più grande ospitando ora oltre 1300 donatori che hanno scelto di dare fiducia alle Fondazioni Solidal e Cassa di Risparmio di Alessandria, permettendo così di raccogliere in venti giorni 800 mila euro.

 “Siamo rimasti stupefatti dalla generosità e dalla benevolenza di questo territorio – affermano Luciano Mariano, Presidente Fondazione CRAL e Antonio Maconi, Presidente Fondazione Solidal – che ancora una volta ha dimostrato come l’unione generi davvero una forza incredibile. Siamo molto grati a tutti coloro che da casa hanno sostenuto la raccolta fondi a favore degli operatori sanitari e dei pazienti che invece purtroppo stanno combattendo in prima linea questa dura battaglia contro il coronavirus. Si tratta di un gesto di enorme solidarietà e senso civico che ha saputo creare, in questo momento di crisi, un aspetto estremamente positivo: la sinergia concreta e solida tra tutti i livelli della comunità”.

Sono infatti numerose le realtà che hanno fino ad ora aderito all’iniziativa, non solo donando ma anche facendosi promotori in prima persona della raccolta, pubblicando i propri video messaggi e condividendo le testimonianze di generosità. Una vera e propria maratona che in queste tre settimane ha visto la partecipazione di istituzioni come la Provincia di Alessandria, i Comuni, la Camera di Commercio e le associazioni di categoria, ma poi anche l’Azienda Speciale Multiservizi Costruire Insieme, il Cissaca, il volontariato, la comunità cinese, le aziende locali, numerosi artisti e personaggi dello spettacolo a partire da Antonella Clerici, società sportive con i loro tifosi, da ultimi Orgoglio Grigio, e infine i tantissimi cittadini che hanno scelto di dare fiducia alle due Fondazioni del territorio per un aiuto concreto agli ospedali.

Grazie a questa importante mobilitazione, la campagna “Uniti contro Covid” ha portato al trasferimento di 400 mila euro all’Azienda Ospedaliera di Alessandria e alla Azienda Sanitaria Locale, un contributo tangibile per proteggere la sicurezza dei professionisti e per favorire la cura dei malati più gravemente colpiti dal coronavirus. I fondi sono infatti destinati all’acquisto di 6 letti di rianimazione, 5 ventilatori da asporto, 100 caschi per CPAP, 1 tavolo operatorio, 20.000 mascherine FFP3, 2 milioni di guanti monouso in nitrile, 10.000 camici, 1.000 visiere, 70.000 mascherine chirurgiche.

Le donazioni effettuate dalle aziende a favore della campagna “PRO ASL-AO AL UNITI CONTRO COVID” potranno godere della deducibilità integrale dal reddito di impresa, come da decreto legge n. 18/2020 (cfr . art. 66, c. 2).

Ma la raccolta continua, perché il materiale va costantemente utilizzato e ciascun donatore può fare la propria parte da casa, donando e aiutando il proprio ospedale attraverso un bonifico intestato a

PRO ASL-AO AL UNITI CONTRO COVID-19

IBAN IT52 S 05034 10408 000000005537

oppure sul sito della Fondazione SolidAl attraverso il circuito PayPal.