Alessandria, Giovedì 10 settembre 2020. Il Conservatorio Statale di Musica “Antonio Vivaldi” presenta lo spettacolo “La voix humaine”, un appuntamento inserito nel calendario di Scatola Sonora XXIII – Festival Internazionale di Opera e Teatro Musicale di piccole dimensioni – con una conferenza stampa presso Palatium Vetus, sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria.

Lo spettacolo è organizzato congiuntamente dal Conservatorio “Vivaldi” e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, che ha reso disponibili gli spazi storici del cortile del broletto medievale.

La voix humaine” (1958), tragédie lyrique di Francis Poulenc, libretto di Jean Cocteau, è una produzione di Impresa Francesco Tamagno – Opera Off. Con Cristina Mosca, soprano e Alessandro Boeri al pianoforte, il progetto e la regia sono di Lucia Falco.

Interviene il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, notaio Luciano Mariano:

Palatium Vetus apre le sue porte per ospitare un evento inedito e di alto livello culturale. L’iniziativa, nata su proposta del Conservatorio “Vivaldi” di Alessandria, con cui la Fondazione ha stabilito, da tempo, una vivace e proficua collaborazione, si è sviluppata grazie alla sinergia stabilita con il Festival Internazionale di Opera e Teatro Musicale nell’ottica di arricchire le proposte culturali da offrire alla cittadinanza. Lo spettacolo sarà allestito nel cortile interno del Palazzo rispettando le norme di sicurezza e il distanziamento sociale e siamo certi che sarà un’esperienza indimenticabile per tutti coloro che vorranno partecipare all’evento. Grazie per questa opportunità al Presidente del Conservatorio e agli organizzatori del Festival “Scatola Sonora” e un caloroso invito a tutti gli appassionati di melodramma e non solo”.

Presidente del Conservatorio, Dott. Roberto Livraghi:

“Questo appuntamento nasce nel quadro di una collaborazione bella e importante tra il Vivaldi e la Fondazione, con il fine di portare la cultura musicale nell’ambito della città. Sono certo che, nonostante le restrizioni Covid, il cortile di Palatium Vetus sarà una cornice straordinaria per ospitare un evento musicale di eccezione, inserito nella 23^ stagione del festival Scatola Sonora. Per questa ragione è per me un piacere, oltre che un dovere, ringraziare il presidente Mariano per la grande sensibilità e la determinazione dimostrate nel volere fortemente questo evento, anche come segnale di speranza in una fase tanto difficile per la vita della nostra comunità.”

Insieme al Direttore Prof. Giovanni Gioanola e al Direttore artistico del Festival Prof. Luca Valentino, sono presenti: Lucia Falco e Cristina Mosca, rispettivamente regista e protagonista del concerto-spettacolo “La voix humaine”.

Direttore del “Vivaldi”, Prof. Giovanni Gioanola:

In un panorama devastato dalla terribile tragedia che abbiamo vissuto, la possibilità di condividere con la città una serie di spettacoli di grande qualità regala speranza e serenità. Ringraziamo di cuore la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria per l’ospitalità e il sostegno dato a questo nuovo impegno del Conservatorio per la ventitreesima edizione del nostro Festival più ambizioso e longevo. La nostra Istituzione continua a soffrire la cronica mancanza di spazi, senza che si possa vedere una soluzione – o almeno una speranza – di miglioramento: per questo, l’offerta generosa della Fondazione ci sembra un importante segno di riconoscimento per il nostro lavoro. Auguriamo a tutti un anno più sereno e gentile, nel segno della Musica e della Cultura.”   

Direttore artistico di ‘Scatola Sonora’, Prof. Luca Valentino:

“Nonostante le drammatiche circostanze che caratterizzano l’anno in corso e nonostante tutte le necessarie limitazioni che costringono lo spettacolo dal vivo, anche quest’anno riusciamo a presentare il festival Scatola Sonora, giunto alla sua XXIII edizione. Abbiamo rimandato gli appuntamenti fra settembre e dicembre, dividendoli in due sezioni distinte. La prima, a settembre, in spazi all’aperto, è dedicata al tema dei viaggiatori e dei migranti. La seconda invece esplorerà il territorio onirico, surreale e metaforico di Don Chisciotte. La prima parla dei nomadismi della vita, la seconda dei viaggi interiori. Ad approfondire il primo tema ci aiutano due spettacoli di compagnie ospiti: il 12 settembre il Teatro delle Forme attraverso L’immaginifica storia di Espérer racconta, con la leggerezza di una favola, le vicende dei migranti bloccati nel 2015 sugli scogli fra Italia e Francia. Invisibili, apolidi, negati. Il 15 settembre Opera Off rilegge La voix humaine con la visione insolita della regista Lucia Falco, che ambienta il celebre monologo/opera nei gates di un moderno aeroporto, in cui la protagonista pare bloccata fra la vita e la morte insieme ad altri passeggeri. Infine, il 19 settembre presentiamo la nostra “Opera da cortile” – Houdini the Great – di Andy Pape, compositore che ha già partecipato a Scatola Sonora con diversi spettacoli di teatro musicale. Nella sua prima opera Andy reinventa la storia del mago Houdini, attribuendogli la nazionalità italiana e raccontando il suo sbarco negli Stati Uniti con un gruppo di emigranti. Ed è proprio la ricerca della libertà che caratterizza questi viaggiatori a portare il mago a specializzarsi nell’“escapismo” – la capacità di liberarsi da ogni circostanza negativa alla ricerca di un futuro migliore.”

Poiché l’evento, in relazione alle norme anti-covid e a quelle di sicurezza, potrà essere vissuto da un numero limitato di ospiti, si è disposto che venga trasmesso in diretta streaming sul canale YouTube ‘Conservatorio Vivaldi Alessandria’. Tutte le informazioni e gli aggiornamenti sono reperibili sul sito web www.conservatoriovivaldi.it nella sezione ‘News e appuntamenti’.