n.31 del 18/02/2021 – REGIONE PIEMONTE – BANDO INFRA-P2 Piano di Sviluppo e Coesione – Piano Riparti Piemonte. Contributi per potenziare i laboratori pubblici e i progetti di ricerca finalizzati al contrasto del Covid-19.

Obiettivi e contesto di riferimento

La Regione Piemonte, con D.D. n. 35 del 8/02/2021 ha approvato il Bando “INFRA-P2 – Potenziamento di laboratori di prova ed infrastrutture di ricerca già esistenti di OR e di progetti di ricerca e sviluppo, finalizzati al contrasto della pandemia Covid-19”.

Il Bando si propone di:

– sostenere il sistema della ricerca pubblica e la rete dei laboratori e delle infrastrutture di ricerca nello studio, sviluppo e sperimentazione di soluzioni/tecnologie innovative nella prospettiva di una rapida applicazione di contrasto alla pandemia Covid-19. In linea di principio, i laboratori e le infrastrutture di ricerca dovranno risultare aperte a più utenti e il loro accesso dovrà essere consentito in modo trasparente e non discriminatorio;

– favorire la ricerca industriale e, prioritariamente, lo sviluppo sperimentale di soluzioni, prodotti e dispositivi di rapida implementazione nella fase di emergenza e a contrasto alla diffusione del contagio, per la prevenzione di focolai epidemici, per il miglioramento della cura e dell’assistenza alle persone, siano esse in ospedale, a domicilio, sui luoghi di lavoro o di istruzione che negli ambienti di socialità diffusa, per il potenziamento degli ambienti di ricerca pubblici per la progettazione, per test e validazione di dispositivi medici e di protezione individuale nuovi o migliorati.

Interventi ammissibili al finanziamento

Sono ammissibili due linee di intervento:

  • Linea A – investimenti avviati dopo il 1/2/2020, in attrezzature/impianti/tecnologie funzionali ad attività di sviluppo e prova di prodotti/soluzioni/tecnologie innovative nella prospettiva di una rapida applicazione di contrasto alla pandemia Covid-19 da parte di Organismi di ricerca pubblici;
  • Linea B – attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale di soluzioni, prodotti e dispositivi avviate dopo la data di presentazione della domanda, finalizzate alla prevenzione di focolai epidemici, al miglioramento della cura e dell’assistenza alle persone, al potenziamento degli ambienti di ricerca pubblici per progettazione, per test e validazione di dispositivi medici e di protezione individuale nuovi o migliorati. Gli interventi, realizzati da Organismi di ricerca pubblici, anche in collaborazione con enti/soggetti con ruolo riconosciuto nell’ambito del sistema sanitario regionale e con imprese, dovranno dimostrare la concreta capacità di risultare industrializzabili e commercializzabili entro un tempo breve dalla loro conclusione, in risposta all’attuale fase emergenziale.

Per entrambe le linee, le progettualità dovranno riguardare uno o più dei seguenti ambiti:

– dispositivi e protocolli per prevenire focolai epidemici trai pazienti e tra gli operatori sanitari inclusi i test di conformità e certificazioni di dispositivi medici e di protezione individuale;

– tecnologie e strumenti per diagnostiche rapide da sottoporre a validazione;

– farmaci e terapie innovative (fino alle fasi di sperimentazioni cliniche – fasi I-IV);

– modelli organizzativi e per una gestione innovativa e più efficiente dell’organizzazione dei servizi di clinica e cura;

– sistemi informatici/tecnologie per la gestione, la cura e il monitoraggio in modo innovativo ed efficiente delle persone, siano esse in ospedale, a domicilio, sui luoghi di lavoro o di istruzione che negli ambienti di socialità diffusa.

I progetti dovranno essere completati:

– Linea A: entro 6 mesi decorrenti dalla data di concessione dell’agevolazione da parte di Finpiemonte

– Linea B: entro 18 mesi a partire dalla data di concessione dell’agevolazione da parte di Finpiemonte

Soggetti beneficiari

  • Linea A:

Organismi di ricerca pubblici (che dimostrino una stretta coerenza o connessione con gli interventi intrapresi dal sistema sanitario regionale).

  • Linea B:

Organismi di ricerca pubblici, eventualmente in collaborazione con: Aziende Sanitarie Locali, Aziende Ospedaliere e altri enti/soggetti pubblici/privati deputati all’erogazione di servizi sanitari di clinica e cura con ruolo riconosciuto nell’ambito del sistema sanitario regionale, imprese.

Risorse finanziarie

Le risorse messe a disposizione dalla Regione Piemonte ammontano a Euro 10.000.000,00 a valere sul Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020.

Scadenza

Lo sportello per la presentazione delle domande apre il 9 marzo 2021 e resterà aperto fino al 15 giugno 2021 (salvo chiusura anticipata dello sportello per esaurimento risorse).

Link

https://www.finpiemonte.it/bandi/dettaglio-bando/infra-p2-covid19

Per info

LAMORO Agenzia di sviluppo

via Leopardi, 4 – 14100 Asti

Tel. 0141 532516

E-mail: info@lamoro.it

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI ALESSANDRIA Segreteria di Presidenza-p.zza Libertà, 28 – 15121 Alessandria – Tel. 0131 294207/04 – E-mail: presidenza@fondazionecralessandria.it