La tecnica di soccorso nei servizi di emergenza sanitaria evidenzia sempre più la necessità di disporre di mezzi sempre più evoluti in grado di rispondere ad ogni esigenza. L’emergenza COVID-19 ha tuttavia evidenziato un’ulteriore necessità, disporre di automezzi idonei al trasporto in sicurezza di pazienti colpiti da virus. Il Coronavirus obbliga di fatto a disporre anche di mezzi a ”pressione negativa” mezzi cioè idonei ad evitare il diffondersi del contagio pertanto con interni completamente sterili per la tutela del personale e del trasportato. Importante ricordare che gli automezzi ammessi al servizio del 118 non possono avere più di 200.000 km di percorrenza mentre la percorrenza annua di un mezzo destinato a questo servizio sanitario è di 100.000 km. Questo significa che è indispensabile sostituire un’ambulanza ogni due anni.

La Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria da anni sostiene parte delle spese di sostituzione delle ambulanze, al fine di garantire al territorio sicurezza di azioni rapide che salvano vite.