Asperia, Ascom, Unione Artigiani e Collegio Costruttori nuovi sponsor della manifestazione per valorizzare il territorio.

Alessandria, 25 giugno 2021 – Venerdi 25 giugno, nel broletto di Palatium Vetus, sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, si è svolta la cerimonia di premiazione dei vincitori della settima edizione del “Premio giornalistico nazionale Franco Marchiaro” riguardante articoli, video o foto di giornalisti iscritti all’Ordine professionale per la valorizzazione del territorio provinciale alessandrino.

Il premio è nato grazie alla generosità del dottor Antonio Maconi che ha conferito alla Fondazione  “Solidal” un lascito vincolato all’istituzione di un premio giornalistico in ricordo di Franco Marchiaro, storico cronista e capo servizio della redazione di Alessandria de “La Stampa”.

Dalla terza edizione il premio è stato suddiviso in due sezioni riservate ai giornalisti under e over 40 mentre, da quest’anno, si avvale di una terza sezione riservata a foto e video realizzati da giornalisti e regolarmente pubblicati.

All’edizione 2020-2021 del Premio Marchiaro – che già si avvaleva del contributo dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti e della Medaglia del Presidente della Repubblica – hanno dato il loro contributo finanziario di 1.000 euro ciascuno, Asperia, l’Ascom, il Collegio Costruttori e l’Unione Artigiani, permettendo l’ampliamento dei premi da assegnare.

Il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Luciano Mariano, ha rivolto il saluto di benvenuto alla cerimonia sottolineando la continua crescita qualitativa del premio e ringraziando la partecipazione di nuovi sponsor all’iniziativa “a dimostrazione dell’interesse e dell’impegno delle categorie produttive del nostro territorio che, anche attraverso l’informazione, invitano a conoscere e apprezzare tipicità che ci appartengono”. Il Presidente della Fondazione Solidal, Antonio Maconi, ha voluto esprimere un vivo ringraziamento a tutti i partecipanti “ricordando anche l’iniziativa dell’ebook solidale con le testimonianze degli operatori sanitari nell’emergenza del Covid  che ha permesso di raccogliere fondi destinati alla sanità alessandrina”. Alcuni brani dell’ebook sono stati letti dall’attrice Marta Gastini.

Sono seguiti i saluti del vice prefetto di Alessandria, Paolo Ponta, del vice Presidente della Provincia, Gian Paolo Lumi e del sindaco di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco. Il Presidente della Giuria Luca Ubaldeschi ha voluto ringraziare in particolar modo i nuovi partner del Premio: Gian Paolo Coscia, Presidente di Asperia e della camera di Commercio di Alessandria e Asti, Vittorio Ferrari, Presidente dell’Ascom, Costanzo Agnese Presidente dell’Unione Artigiani ed il Collegio Costruttori, rappresentato dall’arch. Stefano Ponzano.

Dopo la lettura delle motivazioni delle opere dei singoli vincitori – decisi dalla Giuria del premio presieduta da Luca Ubaldeschi, direttore de “Il SecoloXIX” e composta da Carlo Annovazzi de “La Repubblica”, Piero Bottino de “La Stampa”, Marco Caramagna per l’Ordine nazionale dei Giornalisti, Roberto Gilardengo de “Il Piccolo” e Nadia Minetti, addetta stampa del Comune di Alessandria, si è svolta la premiazione.

Per la sezione Over 40 il premio di 1500 euro è stato assegnato a Marco Menduni, del “Secolo XIX”  mentre quello di 800 euro è stato assegnato a Antonella Mariotti de “La Stampa”.

Per la sezione Under 40 il premio di 1500 euro è andato a Valentina Frezzato de “La Stampa” e quello di 800 euro a Giulia Boggian de “Il Piccolo”.

Nella sezione foto e video il premio di 1500 euro è stato assegnato a Federica Castellana e quello di 800 euro a Lucio Laugelli.

La Giuria del Premio Marchiaro ha deciso di assegnare una targa a Carlo Beltrame che da oltre mezzo secolo collabora con il bisettimanale “Il Monferrato” con servizi,articoli e analisi di carattere economico finanziario.

“Sono molto contento che il Premio Marchiaro continui a raccogliere candidature numerose e di qualità, come è accaduto anche quest’anno. – ha dichiarato il Presidente della Giuria, Luca Ubaldeschi – E’ stata una edizione particolarmente significativa del Premio perché ci ha anche permesso di riflettere sul ruolo che l’informazione ha avuto durante la pandemia: un ruolo di servizio e di controllo. Il giornalismo si è confermato durante l’emergenza sanitaria un elemento chiave per la vita di una comunità e l’ingresso di nuovi partner – che ringrazio sentitamente – a sostegno del Premio, credo sia un prezioso riconoscimento al valore di questo ruolo”.