Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria ha deliberato di sostenere una quota delle spese di riscaldamento del nuovo allestimento del centro vaccinale Valfrè.

I fondi saranno utilizzati per rendere confortevoli la vaccinazione e il successivo momento di attesa a tutti i cittadini alessandrini che in queste settimane stanno aderendo numerosi alla somministrazione delle terze dosi. Il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria è fondamentale per poter proseguire rapidamente e senza interruzioni la campagna vaccinale. In questo momento, l’alto numero di somministrazioni effettuato ha consentito di mantenere il nostro territorio in zona bianca, ma nelle prossime settimane la necessità sarà quella di accelerare ulteriormente per coprire con la terza dose il maggior numero possibile di cittadini in modo da poter vivere serenamente le festività natalizie.

Luigi Vercellino, Direttore Generale dell’ASLAL ha dichiarato: “ringrazio sentitamente, anche a nome dei nostri operatori e di tutti i volontari, i componenti del Consiglio di Amministrazione della Fondazione. La loro sensibilità non solo ci sostiene con un aiuto nel concreto, ma ci fa percepire un supporto più ampio che viene da tutta la città e che ci sprona ad impegnarci al massimo al servizio della comunità”.

Marco Bologna, Presidente della CRI Alessandrina ha ribadito: “Bisogna dire molte grazie. All’Archivio di Stato, all’ASL, all’Arpa, al Comune di Alessandria, alla Provincia, alla Protezione Civile, alle Croci, alla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria. Il buon funzionamento del centro vaccinale Valfrè e la possibilità di continuare a vaccinare con grandi flussi anche nei prossimi mesi è una testimonianza molto chiara di cosa si può fare quando si lavora uniti con spirito di servizio: la Valfrè sarà ricordata come una caserma che ci ha permesso di affrontare la guerra contro il COVID. Anche se la guerra continua, confidiamo che con l’impegno di tutti si arriverà presto alla vittoria”.