Alessandria, 6 dicembre 2021 – Il 5 ottobre 2020 ci lasciava Carla Nespolo, presidente nazionale dell’Anpi e presidente dell’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Alessandria “Carlo Gilardenghi” dal 2004 al 2017. Per ricordarla, nelle settimane successive, l’Isral aveva ritenuto di mettere in campo una iniziativa per dar voce ai temi del suo impegno civile, sociale e politico.

Nel mese di dicembre 2020 è nato così il “Progetto Carla Nespolo” che vede l’Isral insieme all’Università del Piemonte Orientale, all’Anpi provinciale di Alessandria, a Cgil, Cisl e Uil della provincia di Alessandria, alla Flc Piemonte, alla Fondazione Luigi Longo, all’Associazione Memoria della Benedicta e si avvale del patrocinio della Presidenza Nazionale dell’Anpi, della Provincia di Alessandria e del Comune di Alessandria.

Il progetto, che ha durata biennale, intende promuovere una o più ricerche di giovani interessati a riflettere su alcuni temi che hanno contraddistinto la vita pubblica di Carla Nespolo. Oltre all’impegno politico e istituzionale informato ad una rigorosa militanza attenta ai valori dell’antifascismo e dei principi costituzionali, Carla Nespolo fu molto attenta al mondo della scuola e del diritto allo studio, alle questioni ambientali, alla parità di genere. Questioni socialmente vive anche nel suo territorio – che ha sempre ascoltato con attenzione – basti pensare al suo impegno nella vicenda Acna di Cengio o nel percorso costitutivo dell’Università del Piemonte Orientale.

Si è concordato di avviare due differenti tipologie di intervento: un premio per tesi di laurea (triennale e magistrale); una o più borse di avviamento alla ricerca post laurea. Grazie all’impegno dei soggetti citati, e al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e del suo Presidente Luciano Mariano, il progetto è in procinto di passare dalla fase progettuale alla sua attuazione.

Per suggellarne l’importanza, non solo a livello locale, l’Isral come ente capofila ha ricevuto il patrocinio del Senato della Repubblica, dove Carla Nespolo aveva servito dal 1983 al 1992.

È un onore e un piacere affiancare il progetto dell’Istituto Storico della Resistenza di Alessandria per ricordare Carla Nespolo – dichiara il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Luciano Mariano – una figura che gli alessandrini ricordano per l’impegno civile e sociale in ambito locale e nazionale, per la riservatezza e la modestia che la contraddistinguevano, per la grande cultura e la profonda umanità che l’hanno resa un esempio da seguire per le future generazioni. E proprio ai giovani è rivolta l’iniziativa promossa dall’Isral e dall’Università del Piemonte Orientale che ha trovato condivisione a tutti i livelli, istituzionali e sociali, e il più ampio sostegno da parte della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria. Investire nella preparazione e nella specializzazione degli studenti rappresenta uno degli obiettivi che il nostro Ente ha sempre perseguito e che in occasione di questo specifico progetto contribuisce a promuovere i valori della Costituzione e della libertà così cari anche alla senatrice Nespolo.