Torna a settembre, in due week-end, la rassegna di Paolo Massobrio che celebra l’enogastronomia monferrina

Si rinnova l’appuntamento con Golosaria tra i castelli del Monferrato, la kermesse ideata da Paolo Massobrio sedici anni fa insieme con la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria con l’obiettivo di mettere a sistema i protagonisti del gusto monferrino attraverso il racconto di una storia antica, con degustazioni, eventi e iniziative diffuse nei borghi e nei castelli più suggestivi tra le colline Unesco. 


Un’edizione che a settembre si sdoppierà nuovamente in due week-end, sabato 10 e domenica 11 e sabato 17 e domenica 18, mettendo a tema “Le Colline da Vivere”, a sottolineare come la bellezza e i sapori del Monferrato siano meta per un numero sempre maggiore di persone che proprio qui scelgono di ambientare il proprio buon retiro. “Destinazione Monferrato” è infatti il titolo dell’incontro sull’enoturismo previsto alle ore 17 di sabato 10 settembre alla cantina Hic et Nunc, occasione per presentare la nuova guida all’enoturismo “IlGolosario Wine tour”.


Ma il primo appuntamento sarà sabato 10 al castello di Casale Monferrato con le sue sale, l’Enoteca Regionale del Monferrato, le sue corti e i bastionianimati dai produttori di cose buone de ilGolosario, ma anche dalle cucine di strada e dai birrifici artigianali, con una festa che la sera del sabato proseguirà fino alle 23 e riprenderà per tutta la giornata di domenica. Tra i banchi d’assaggio saranno invece protagonisti salumi, formaggi, sfiziosità, paste fresche, prodotti da forno e golosità dolci.  Per tutto il fine settimana Casale Città Aperta farà visitare i suoi musei e partecipare agli eventi in programma nel centro cittadino.

Il week-end successivo (17-18 settembre) debutterà invece la nuova location del vino, il relais Villa Morneto di Vignale Monferrato, che ospiterà un’edizione ricca e inedita di Barbera&Champagne, ovvero l’incontro tra i grandi vini rossi del Monferrato riuniti sotto l’egida del Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato, gli Champagne dei piccoli vignerons d’Oltralpe e le espressioni spumantiere più interessanti d’Italia, protagonisti anche di masterclass dedicate. Accanto anche l’Enoteca di Papillon, dove si potranno assaggiare in anteprima tutti gli spumanti Top Hundred 2022, premiati ufficialmente a Milano il 6 novembre (Golosaria Milano sarà dal 5 al 7 novembre). A completare la due giorni, anche qui ci saranno le proposte degli street food e uno spazio fumoir con gli originali abbinamenti a cura del Club Amici del Toscano.


Tutt’intorno, in entrambi i fine settimana, più di 30 paesi, castelli e strutture ricettive delle province di Alessandria e Asti proporranno tante iniziative. Oltre al castello di Gabiano, al castello Sannazzaro di Giarole e al castello di Piea, che apriranno le loro sale alle visite guidate, aderiranno al programma per un doppio week-end Alessandria, con la mostra “Le contemporanee” allestita a Palatium Vetus con le opere d’arte contemporanea della collezione della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, e Asti, che ospiterà i tradizionali appuntamenti con la Douja d’Or (9-18 settembre) e il Festival delle Sagre (10 -11 settembre), mentre Palazzo Mazzetti darà la possibilità di visitare la mostra “Il Vetro è vita. La collezione Pino e Donatella Clinanti”. Quindi Altavilla Monferrato, dove la Distilleria Mazzetti proporrà una nuova edizione di “Golosaria in distilleria”; Buttigliera d’Asti e Camagna Monferrato, che vivrà due week-end-end di eventi con “Sut la Cupola – Camagna classic festival” tra musica lirica, danza classica, tango e visite agli infernot; Grazzano Badoglio, storica sede di Golosaria, si animerà con assaggi, visite in cantina, al chiostro romanico e alla tomba di Aleramo e ospiterà come da tradizione la festa di chiusura della rassegna con il taglio della torta dedicata al marchese fondatore del Monferrato. Tra le storiche location non mancherà poi la Tenuta Montemagno, che in entrambi i fine settimana sarà aperta al pubblico con visite in cantina e nei vigneti e assaggi dei vini prodotti in azienda abbinati a salumi e piatti tipici. Ampio il programma allestito anche dal comune di Rosignano Monferrato, che per tutti i week-end nel centro del paese prevederà eventi enogastronomici, percorsi artistici e iniziative di musica e cultura.


Tra i borghi attivi nel primo fine settimana ci saranno invece Camino, che proporrà una passeggiata gastronomica tra i meleti, con degustazione di piatti tipici e vini; Cerrina Monferrato, che darà vita all’iniziativa “Due passi tra sapori e tradizioni”; Cocconato, dove domenica 11 settembre si potrà assistere al concerto “Fiato alle Vigne” presso l’azienda vitivinicola Bava; Fubine Monferrato, con due giorni di festa fra teatro, infernot e prodotti artigianali. Quindi Grana, che domenica 11 proporrà “InGrana la marcia”, tour panoramico in vespa tra vigneti e colline. 


Nel secondo week-end Casorzo Monferrato metterà al centro del suo programma il “Monferrato Medievale”, mentre Castell’Alfero aprirà le porte del Castello dei Conti Amico e del museo etnografico ‘L Ciar. Programma ricco anche per Castelnuovo Don Bosco, che metterà in scena l’opera di Mozart e una camminata tra boschi e vigneti, mentre a Calliano Monferrato, sabato 17, l’appuntamento sarà con la presentazione (ore 18,30) del libro di Paolo Massobrio dal titolo “Del Bicchiere Mezzo Pieno”. Sabato 17 e domenica 18 Montiglio Monferrato ospiterà il raduno delle Fiat 500 a cura di Fiat 500 Club Italia coordinamento di Asti ma anche Il Pranzo dei Golosi alla Pro Loco di Colcavagno; ad Olivola Villa Guazzo Candiani aprirà alle visite il suo splendido infernot con la possibilità di gustare i piatti del ristorante I Due Buoi; il tutto mentre Portacomaro metterà al centro del suo programma il tema del gioco e del Grignolino e a Scurzolengo si potranno vivere esperienze tra due ruote e street food, nella piazza principale e lungo le vie del borgo. A tutto bollito invece l’iniziativa di Villamiroglio, che parteciperà a Golosaria con la storica sagra del Boij – Gran Bollito Misto Piemontese, giunta alla 42^ edizione; Montechiaro d’Asti si animerà invece con una medievale e un concerto in omaggio a Rossini. Per due domeniche consecutive Ozzano Monferrato, bandiera arancione del Touring Club Italiano, proporrà visite al MiCem – Museo del Cemento e ai monumenti cittadini, mentre a Vignale Monferrato, da sempre tappa imprescindibile di Golosaria con Palazzo Callori dove da anni si premiano gli Amici del Grignolino, il Grignolino sarà ancora una volta protagonista nelle sue tante espressioni con oltre 100 campioni in assaggio. E proprio il Grignolino sarà interpretato anche nell’inedito cocktail “Grignolitz” proposto nei brunch e negli aperitivi serali dalla Tenuta Il Capitolo di Quarto Inferiore. 

Ma Golosaria sarà anche occasione per andare a caccia delle Big Bench sparse in tutto il territorio. Sono ben 22, infatti, le panchine giganti installate in punti panoramici da cui ammirare gli scorci più suggestivi del Monferrato (Rosignano; Castagnole; Sala; Tonco; Calliano; Villa San Secondo; Grazzano Badoglio; San; Lu e Cuccaro; Vignale; Odalengo Grande; Camino; Camagna; Fubine; Castelnuovo don Bosco; Olivola; Alfiano Natta; Cerreto d’Asti; Cocconato; Castell’Alfero e Ottiglio).

 
L’evento è realizzato con il sostegno di Regione Piemonte, Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Fondazione CRT e Camera di Commercio di Alessandria-Asti. Tutti i programmi (ancora in aggiornamento) e le informazioni sull’evento su www.golosaria.it.

Dichiarazione del presidente Mariano