Prosegue con due servizi televisivi sulle reti nazionali, dedicati rispettivamente alla città di Casale Monferrato ed al raduno Madonnina dei Centauri, l’accordo sottoscritto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria con la Rai. L’ente alessandrino ha messo a punto una strategia per comunicare e far conoscere il territorio provinciale mediante la creazione e il rafforzamento del  brand Monferrato di cui    si intendono promuovere, a livello nazionale e non solo, le sue peculiarità ed i suoi prodotti tipici attraverso la scelta di trasmissioni ad alto indice di ascolto

Dopo che il 24 e il 25 maggio sono andati in onda, all’interno del programma “Uno Mattina”, i primi due interventi, dedicati al mondo del vino doc, attraverso la presentazione delle eccellenze premiate al Concorso Enologico Marengo DOC, e alla mostra “Roma ‘60”, promossa dalla società Palazzo del Monferrato, è ora la volta degli eventi legati alla manifestazione “Casale Capitale del Monferrato” (svoltasi nello scorso week-end) e del 65° Raduno Madonnina dei Centauri, in programma a Castellazzo Bormida dal 9 all’11 luglio. 

I due servizi sono già stati realizzati da un’apposita équipe e saranno ospitati all’interno della trasmissione “Uno Mattina Estate”: in particolare, quello relativo a Casale sarà trasmesso nella mattinata di martedì 22 giugno (tra le 9.30 e le 10), mentre una settimana dopo, il 29 giugno, alla stessa ora, andranno in onda le riprese dedicate al Raduno di Castellazzo Bormida, a poco meno di dieci giorni dall’inizio della manifestazione. 

L’impegno della Fondazione non si ferma qui: sono previsti altri servizi destinati alle trasmissioni “Uno Mattina Week end”, “Linea verde”, “Festa italiana”, “In famiglia”, “Sereno variabile”, “TGR Bellitalia”, “Bellezze in bicicletta”, “Geo&Geo”. 

 “L’obiettivo – spiega il presidente Pier Angelo Taverna – è quello di far conoscere al vasto pubblico televisivo le risorse e le ricchezze turistiche della nostra provincia, aumentare la visibilità del territorio, accompagnare l’azione di valorizzazione del Monferrato”.