Venerdì 27 maggio – ore 17 – Via Faà di Bruno 39

L’A.N.P.I. della Provincia di Alessandria e la Camera del Lavoro CGIL provinciale hanno realizzato uno spazio culturale aperto a tutti i cittadini, un luogo in cui ogni esperienza democratica antifascista possa dialogare con gli enti del territorio, al fine di diffondere i valori della cittadinanza attiva. Il Laboratorio vuole essere un centro capace di mettere in relazione memoria e attualità attraverso iniziative che coinvolgano cittadini giovani e responsabili che saranno gli attori di questo spazio. L’ANPI e la Camera del lavoro si dimostrano costantemente una forza capace di organizzare eventi culturali condivisi dai cittadini.

Ne sono esempio recente il convegno per il centenario di Beppe Fenoglio, e le lezioni di storia, arte e cultura della Scuola del Popolo, dove i cittadini, le associazioni e le fondazioni del territorio sono stati interlocutori di questi eventi.

Un ruolo importante sarà costituito dall’Università di Alessandria, quale risorsa essenziale per l’aspetto di ricerca e di innovazione dei temi che si intendono sviluppare. 

Così come saranno coinvolti gli istituti scolastici cittadini, secondo le linee guida per l’insegnamento dell’educazione civica del Ministero dell’Istruzione, con il quale l’ANPI Nazionale ha stipulato apposita convenzione. 

Il progetto del Laboratorio civico è stato pensato e realizzato dall’Anpi provinciale e dalla Cgil di Alessandria, con il contributo del Comune di Alessandria e della Fondazione Cassa di Risparmio.

Il laboratorio civico rappresenta un modello di cooperazione tra enti e associazioni che operano sul territorio, impegnati nella diffusione dell’istruzione e della cultura e tesi al coinvolgimento dei più giovani. – afferma il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, notaio Luciano Mariano. Un progetto che si è perfettamente inserito nello spirito del bando “Nessuno escluso” e che si è concretizzato, nell’arco di pochi mesi, offrendo un valido esempio da seguire per tutti i soggetti che si apprestano a presentare domanda di ammissione ai fondi disponibili per l’edizione 2022. Il programma di attività del laboratorio si presenta molto articolato e interessante e auguro che diventi un importante punto di riferimento culturale per la nostra comunità.

Il Laboratorio si concentrerà su alcuni punti:

  • La Costituzione della Repubblica Italiana: diritto nazionale e internazionale, legalità e solidarietà
  • Lo sviluppo sostenibile: educazione ambientale, conoscenza e tutela del patrimonio e del territorio

Sviluppando pratiche che mirano a costruire il divenire, accettando la sfida del cambiamento e della ripartenza economica e sociale del post pandemia, il Laboratorio Civico proporrà approfondimenti sulla nuova organizzazione delle attività produttive, con il fine di migliorare la qualità della vita stessa. Le altre linee guida del Laboratorio saranno:

  • Le politiche attive e l’organizzazione del lavoro
  • le disuguaglianze sociali 
  • Le discriminazioni di genere 

I giovani e i cittadini saranno coinvolti nella formazione di un pensiero critico sulla società attuale, che coniughi il rispetto per il lavoro con una profonda attenzione verso l’ambiente. 

Il progetto intende mantenere attiva la memoria della Resistenza e dei valori che ci trasmette la Costituzione.

Il logo del Laboratorio civico, creato dal maestro Ugo Nespolo, interpreta gli obiettivi del progetto e sintetizza il significato delle idee del laboratorio civico.

Venerdì 27 maggio 2022 alle ore 17,00 presso i nuovi locali di Via Faà di Bruno, alla presenza delle Istituzioni locali, del Presidente Nazionale ANPI Gianfranco Pagliarulo, di Daniela Barbaresi della segreteria della CGIL nazionale e dell’artista Ugo Nespolo, oltre all’apertura del Laboratorio civico sarà inaugurata la nuova sede dell’ANPI provinciale e della sezione di Alessandria.