La Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria dona al Comune di Alessandria la raccolta di ‘Uniformi, Armi e Cimeli del Regio Esercito Italiano dal 1848 al 1946” che è ospitata presso la Cittadella. Nei giorni scorsi, il Presidente Pier Angelo Taverna e il Sindaco Piercarlo Fabbio hanno firmato la convenzione che  stabilisce le condizioni relative alla donazione. D’ora in avanti, il Comune si occuperà della manutenzione ordinaria e straordinaria dei beni e dei locali della mostra e della conservazione degli stessi; della fruizione della raccolta da parte del pubblico nella Caserma Beleno all’interno della Cittadella, e dell’assunzione  di tutti gli oneri e dei costi necessari alla manutenzione e fruizione della mostra da parte del pubblico.

L’esposizione, inaugurata il 18 giugno 2010, è una straordinaria collezione di uniformi, elmi, armi e cimeli in dotazione all’Esercito Italiano dal tempo di Carlo Alberto fino alla Seconda Guerra Mondiale e alla lotta partigiana. Un vero e proprio viaggio, quindi, nella storia dell’Italia.La collezione di uniformi comprende oltre 1500 pezzi – inclusa, ad esempio, quella appartenuta ad Umberto II – accompagnati da un numero elevato di cimeli e di armi.

La collezione di divise, armi e cimeli del Regio Esercito è ufficialmente di proprietà della Città di Alessandria che ha accolto, con viva soddisfazione, l’iniziativa promossa dal nostro Ente in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia – sottolinea Pier Angelo Taverna, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria –. E’ per noi motivo di orgoglio aver condotto positivamente a termine questo importante progetto culturale che aveva l’obiettivo di valorizzare la Cittadella di Alessandria e di dare un’indicazione sul possibile utilizzo di questo straordinario monumento. Ora che la collezione è patrimonio della nostra Città, ci auguriamo che possa essere apprezzata da un pubblico sempre più ampio di turisti, a livello nazionale ed internazionale.