Rassegna di spettacoli, concerti, incontri d’arte, escursioni a piedi e in bicicletta all’insegna del sorriso 26 agosto > 24 settembre – Provincia di Alessandria

Da venerdì 26 agosto a sabato 24 settembre torna la rassegna “en plein air” ideata e organizzata da Maria De Barbieri e Gianni Masella per AgriTeatro, il cantiere di arte e spettacolo fondato da Tonino Conte: cinque weekend dedicati al sorriso tra le colline dell’Alto Monferrato, per rispondere al bisogno diffuso di convivialità e di incontro. Nove comuni in rete – con piazze, cascine e castelli –  ospiteranno tredici eventi di teatro, musica, danza, circo e arte popolare rivolti al pubblico di ogni età e accompagnati da incantevoli passeggiate tra natura e cultura.

“E… Lasciatemi divertire!” è il titolo scelto nel 2022 da L’Atro Monferrato per la sua IX edizione. Il riferimento alla celebre poesia di Aldo Palazzeschi nasce dalla lettura spettacolo omonima di Gianni Masella – in calendario il 2, il 3 e il 15 settembre – dedicato all’umorismo in versi soprattutto del grande Achille Campanile, e vuole sottolineare il filo rosso che attraversa il progetto: la comicità di oggi e di ieri, declinata in tutte le sue forme.

Si parte dalla moderna ironia di alcuni tra gli artisti contemporanei più amati – come Enzo Paci, in scena venerdì 26 agosto con “Enzo Paci Show”, Ascanio Celestini con le irresistibili improvvisazioni delle sue “Barzellette” (giovedì 1° settembre) e Ugo Dighero in “Ma mai nessuno la baciò sulla bocca” (venerdì 9 settembre), scritto insieme ai suoi autori di sempre, Stefano Benni e Marco Melloni. Si chiude tornando, sabato 24 settembre, al secolo scorso, con Vito Molinari – il regista che il 3 gennaio 1954 diresse la trasmissione inaugurale della Rai, da tutti riconosciuto come l’inventore del grande varietà televisivo italiano –  in dialogo con Steve Della Casa e il ricordo dei Fratelli De Rege, discendenti “mal digeriti” della Casata dei Conti De Rege di Donato, con la proiezione del documentario “Ciccio e Bebè, ridere da nobili” di Franco Canevesio e Steven Gold e la regia di Ciro Abd El al Castello di Rocca Grimalda, ora proprietà di un ramo della famiglia che li ripudiò. Uno sguardo sorridente al passato sarà possibile trovarlo anche nel divertente spettacolo di Susanna Gozzetti e Cecilia Vecchio, “Belle di notte” (venerdì 16 settembre”), dove la storia di due artiste in cerca di ingaggio diventa lo spunto per una carrellata di canzoni e sketch ispirata al divismo d’antan e al mondo variopinto del burlesque.  Ma non mancherà uno sguardo verso il futuro (della risata e del pianeta) con “Ritmiciclando” (sabato 27 agosto), il laboratorio/concerto dei Supereroi della differenziata, pronti a trasformare la spazzatura in musica, suonando lattine, tubi e vecchi cassetti grazie alla complicità di tutti i presenti. Sarà invece una vera e propria capsula del tempo, quella che – dopo un percorso a piedi o in bicicletta nella campagna di Molare – si aprirà per i visitatori del Santuario Madonna delle Rocche la mattina di sabato 10 settembre, quando lo storico dell’arte Franco Boggero e il poeta Gianni Priano introdurranno il pubblico “Alla scoperta dell’arte degli ex voto” custoditi nella Chiesa: tutte disavventure con un lieto fine. Tra queste anche quella di un avo dello stesso Boggero, caduto nel fiume dopo un incidente d’auto al ritorno da una bisboccia, e ritratto in mezzo all’acqua con una bottiglia in mano. Risate e emozioni tra passato e futuro anche dal mondo del circo. In scena, le spettacolari evoluzioni acrobatiche di Artemakia che in “On The Road” racconta l’avventura di 5 personaggi in fuga, letteralmente portati dal vento (sempre sabato 10 settembre), e la pura magia di Michele Cafaggi in “Fish and Bubble” (sabato 17 settembre), con le sue bolle di sapone gigantesche e rimbalzine.

Tutta la kermesse sarà un originale e esilarante viaggio nel tempo e nello spazio, attento alla memoria dei luoghi – come nella visita agli antichi lavatoi di Carpeneto appena restaurati (sabato 3 settembre) – e alle suggestioni del paesaggio. Da qui la scelta di ospitare, per la prima volta in uno spazio non urbano, una delle più rappresentative compagnie di teatro danza italiane, i Sanpapié e il loro coinvolgente e dinamico “A[1]BIT”, uno spettacolo itinerante che fonde movimento, drammaturgia e musica, accompagnando il pubblico nell’esplorazione palmo a palmo del luogo scelto per l’azione, in questo caso il Castello di Casaleggio Boiro e il piccolo borgo campestre che lo circonda (domenica 4 settembre).

Ma il territorio è protagonista in ogni evento dell’Altro Monferrato, dai campi al cielo, con “Ridere tra le stelle”: un’astro-passeggiata guidata da Walter Riva (direttore dell’Osservatorio Astronomico del Righi di Genova), per scoprire – presso la Cascina La Rossa di Morsasco – insieme le meraviglie del cielo di fine estate, che lo stesso astronomo ha intitolato “Il Mese dei Giganti”, quando Giove e Saturno si mostrano in tutta la loro splendente grandiosità.

“Anche quest’anno, AgriTeatro presenta al pubblico un programma di eventi molto articolato e interessante che combina la cultura con la natura, l’arte con la tutela dell’ambiente, il teatro con la musica e sceglie, come leitmotiv, la comicità – afferma il notaio Luciano Mariano, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria che sostiene il progetto -. Una iniziativa assolutamente originale e condivisa dalla Fondazione in quanto abbina la promozione della cultura alla valorizzazione del territorio e si propone, al contempo, di suscitare il sorriso e infondere il buonumore tra il pubblico portando in scena tredici eventi organizzati in nove comuni del Monferrato nell’arco di un mese. Un progetto ambizioso, condotto da professionisti del settore di provata esperienza, che troverà sicuramente seguito tra residenti e turisti in cerca di occasioni di svago colte e sagaci.”

L’Assessore alla Cultura di Regione Piemonte, Vittoria Poggio, dichiara: “AgriTeatro ha mantenuto l’impegno di tenere viva una delle più importanti manifestazioni del territorio, inserita da anni nel panorama italiano delle rassegne di successo, all’interno dalla quale si svolgono appuntamenti di eccellenza, certamente tra i più effervescenti sia per l’offerta eterogenea del programma sia per il variegato spartito di suggestioni culturali ad esso collegate”

L’Altro Monferrato è organizzato da AgriTeatro, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, il patrocinio di Regione Piemonte e Provincia di Alessandria, e il sostegno dei Comuni di Carpeneto, Casaleggio Boiro, Cassinelle, Cremolino, Molare, Morsasco, Prasco, Rocca Grimalda e Tagliolo Monferrato.

Il programma de L’Altro Monferrato si avvale della collaborazione di: Ca’ Mimìa, Cascina La Rossa, Castello di Rocca Grimalda, Fiab – Federazione Nazionale Ambiente e Bicicletta – di Alessandria, Cai Ovada – Club Alpino Italiano, Osservatorio Astronomico del Righi, Slow Food, Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per le province di Alessandra, Asti e Cuneo.

INFO E PRENOTAZIONI info@agriteatro.it

IAT di Ovada +39 (0143) 821043+39 379 118.72152 iat@comune.ovada.al.it

FB AGRITEATRO

www.AgriTeatro.it

Ufficio stampa: Marzia Spanu; cell.+ 39 3356947068; info@marziaspanu.com