Lunedì 24 ottobre 2022, dalle ore 9 alle 13, presso la sala conferenze Palatium Vetus, si è tenuta la quarta ed ultima giornata informativa a favore dei finanziamenti per lo sviluppo e la crescita del nostro territorio.

Il convegno “IRCCS Patologie Ambientali: la normativa nazionale e l’impegno locale”, promosso da Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, in collaborazione con i partner Associazione Cultura e Sviluppo, Fondazione SolidAL e Agenzia di Sviluppo Territoriale LAMORO, ha voluto illustrare risorse e procedure avviate in materia IRCCS, portando testimonianze di processi normativi ed esperienze virtuose a livello nazionale e territoriale.

A seguito dei saluti istituzionali a cura di Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Regione Piemonte, Prefettura e Provincia di Alessandria, Comune di Alessandria e di Casale Monferrato, oltre che dell’Università del Piemonte Orientale, Antonio Maconi di Fondazione SolidAL ha introdotto le tematiche previste.

Con gli interventi di apertura della Dott.ssa Maria Novella Luciani, Ministero della Salute, Direzione generale della ricerca e dell’innovazione in sanità, e dell’On. Rossana Boldi, Relatore presso la Camera dei Deputati della Legge delega di riforma degli Irccs, si è introdotta la definizione di IRCCS, presentandone i fondamenti e la cornice normativa. Innovazione e ricerca devono, infatti, poter rientrare all’interno di una normativa nazionale che sia sfidante, competitiva e condivisa. Le norme devono potere essere coerenti con le dinamiche di sviluppo, prevedendo adeguamenti progressivi e parametri organizzativi chiari e misurabili. 

Si è ribadito come la ricerca in sanità possa e debba essere un volano di sviluppo, fondato su una collaborazione trasparente tra pubblico e privato. 

Tali argomenti sono stati ripresi dal Dott. Franco Ripa, Direttore regionale programmazione dei servizi sanitari e socio-sanitari, che ha sottolineato come il valore della ricerca in materia IRCCS venga riconosciuto anche dal PNRR. Ha proceduto poi a una breve presentazione della situazione nazionale e piemontese, sottolineando come ogni sistema regionale debba oggi affrontare una serie di sfide utili allo sviluppo e alla gestione strategica degli IRCCS.

Si è proseguito con le relazioni del Dott. Valter Alpe, Direttore generale AO AL, del Dott. Luigi Vercellino, Direttore generale ASL AL, e del Prof. Leonardo Marchese, Direttore Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica DiSIT. Hanno, infatti, presentato le sperimentazioni avviate in maniera sinergica dalle proprie realtà, con l’obiettivo di implementare un piano di ricerca integrato.

A conclusione del Convegno, la Dott.ssa Fabrizia Lattanzio, Direttore Scientifico, ha proceduto a presentare l’esperienza virtuosa dell’IRCCS INRCA Istituto Nazionale di Ricovero e Cura per Anziani di Ancona, con cinque presidi attivi in tre regioni italiane.

Antonio Maconi, presidente di Fondazione SolidAL, dichiara:

“È stata una giornata importante perché abbiamo avuto la possibilità di confrontarci sulla normativa nazionale e sul percorso locale in materia di ricerca in sanità su vari livelli grazie ai referenti nazionali come la Dr.ssa Luciani, la Senatrice Boldi e la Dr.ssa Lattanzio, a quelli regionali con l’Assessore Icardi e il Dr. Ripa e infine a quelli locali con i relatori dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria, dell’ASL AL e dell’Università del Piemonte Orientale, che da più di un lustro sta dando il suo fondamentale apporto per un approccio sistematico alla ricerca, nonché con le numerose istituzioni del territorio intervenute a dimostrazione della sinergia su questo tema. Quattro anni fa ci eravamo incontrati e avevamo prospettato un percorso che poi è stato rafforzato, in accordo con la programmazione sanitaria regionale, grazie al lavoro di numerosi professionisti, ai network e agli atti del 2019 e del 2021 della Regione. Ad oggi quindi l’attenzione al paziente e la valorizzazione della ricerca come missione sono al centro delle attività del Dipartimento Attività Integrate Ricerca e Innovazione: un approccio integrato e indirizzato alle patologie ambientali, come risposta ai bisogni territoriali e globali, che viene sviluppato attraverso un modello teso a migliorare le cure al paziente, valorizzare l’attività dei professionisti e ottimizzare i percorsi integrati, nella consapevolezza che “chi ricerca, cura”.

Di seguito, è possibile visualizzare alcuni dei materiali proposti:

  • “Chi Ricerca Cura DAIRI” – Video di introduzione
  • “Gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico in ambito regionale”, Dott. Franco Ripa – PRESENTAZIONE .pptx
  • “Azienda Ospedaliera di Alessandria”, Dott. Valter Alpe – PRESENTAZIONE .pdf
  • “IRCCS E ASL AL – Un’esperienza di integrazione”, Dott. Luigi Vercellino – PRESENTAZIONE .pptx
  • “Laboratori di Ricerca Integrati DAIRI / DiSIT”, Prof. Leonardo Marchese – PRESENTAZIONE .pdf
  • “IRCCS INRCA Istituto Nazionale di Ricovero e Cura per Anziani” – Dott.ssa Fabrizia Lattanzio – PRESENTAZIONE .pdf

Il video del convegno è visualizzabile al seguente link: