Il 5 ottobre 2020 veniva a mancare Carla Nespolo, presidente nazionale dell’Anpi e presidente dell’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Alessandria “Carlo Gilardenghi” dal 2004 al 2017. Per ricordarla, nelle settimane successive, l’Isral ha ritenuto di mettere in campo un’iniziativa per dar voce ai temi del suo impegno civile, sociale e politico.

Nel mese di dicembre 2020 è nato così il “Progetto Carla Nespolo” che ha visto l’Isral insieme all’Università del Piemonte Orientale – in particolare il Dipartimento DIGSPES – all’Anpi provinciale di Alessandria, a Cgil, Cisl e Uil della provincia di Alessandria, alla Flc Piemonte, alla Fondazione Luigi Longo, all’Associazione Memoria della Benedicta e si avvale del contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e dei patrocinii della Provincia di Alessandria, del Comune di Alessandria, del Senato della Repubblica e della Presidenza Nazionale dell’Anpi.

Grazie all’impegno dei soggetti citati, e al generoso sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, il progetto, che ha durata biennale, intende premiare lavori scientifici e promuovere ricerche su alcuni temi che hanno contraddistinto la vita pubblica di Carla Nespolo, riconducibili alle seguenti linee:

– la storia dei partiti e dei movimenti operai e della cultura e dei valori dell’antifascismo e della Costituzione repubblicana;

– la parità di genere e la condizione femminile nel mondo del lavoro in epoca contemporanea;

– le questioni ambientali e le politiche di programmazione territoriale.

Il Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali dell’Università del Piemonte Orientale, d’intesa con tutti i soggetti promotori, bandisce premi di laurea e borse di ricerca per attività inerenti a tali filoni scientifico-culturali. Nel dettaglio, per ciascun anno del progetto, e in rapporto alle risorse messe concretamente a disposizione:

– due premi per lauree triennali dell’importo di 500 euro cadauno

– due premi per lauree magistrali dell’importo di 1000 euro cadauno

– due borse post-laurea di avviamento alla ricerca dell’importo di 3000 euro lordi ciascuna

– una borsa post-dottorato dell’importo complessivo di 9250 euro lordi.

Per l’assegnazione dei premi di laurea si istituirà una commissione ad hoc composta da tre membri del Dipartimento.

Per l’assegnazione delle borse sarà richiesto ai candidati di presentare un progetto dettagliato all’interno di uno dei tre ambiti generali di ricerca sopra indicati.

Le proposte saranno vagliate da una commissione composta da tre membri del Dipartimento nominati dal CDD, e ai vincitori verrà assegnato un referente scientifico in base all’argomento approfondito.

I premi di laurea sono riservati a tesi triennali e magistrali discusse nell’Università del Piemonte Orientale (alla cui fondazione Carla Nespolo diede un contributo significativo)

Le borse di ricerca sono aperte a studiose e studiosi di qualunque provenienza nell’ambito delle scienze umane (storiche, politiche, sociali, economiche e giuridiche), e di età non superiore ai quarant’anni.

I bandi dal prossimo 12 aprile saranno consultabili sul sito   www.digspes.unipo.it