Lunedì 16 maggio 2022, dalle ore 9 alle 13, presso la sala conferenze Palatium Vetus, si è tenuta la terza giornata informativa a favore dei finanziamenti per lo sviluppo e la crescita del nostro territorio.

Il convegno “Nuovi fondi: il PNRR e la Programmazione europea 2021-2027”, promosso da Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, in collaborazione con i partner Associazione Cultura e Sviluppo, Agenzia di Sviluppo Territoriale LAMORO e Fondazione SolidAL, ha voluto illustrare le risorse, le opportunità e le sfide introdotte dalle nuove programmazioni, portando in evidenza anche testimonianze di processi ed esperienze virtuose di coesione territoriale nella provincia di Alessandria.

Già in fase di apertura del Convegno, nell’ambito dei saluti istituzionali di Luciano Mariano, presidente di Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Francesco Zito prefetto di Alessandria, Enrico Bussalino presidente della Provincia di Alessandria e Gianfranco Cuttica di Revigliasco sindaco del Comune di Alessandria, sono emerse come essenziali le capacità e le competenze legate alla creazione di sinergie territoriali efficaci e all’intercettazione di fondi per potere attuare interventi a favore dei Comuni locali.

Il presidente Mariano ha ribadito l’impegno della Fondazione a supportare i Comuni del territorio, in particolare quelli di piccoli dimensioni, con strumenti pratici e concreti che, oltre agli aspetti informativi, prevedono un sostegno economico nella fase iniziale di approccio ai progetti finanziabili. Un aiuto tangibile cui deve seguire la volontà da parte degli amministratori di fare squadra e di lavorare insieme per una progettualità vincente in grado di intercettare i numerosi fondi a disposizione.

Come indicato prima da Enrico Bussalino e, successivamente, da Umberto Fava, il territorio sta predisponendo servizi a supporto delle progettualità territoriali e delle sinergie tra enti di diversa natura: la Provincia ha, infatti, attivato un ufficio dedicato al PNRR per mettere a disposizione alcune prime consulenze a supporto dei piccoli Comuni locali. Contestualmente, l’Associazione Cultura e Sviluppo e l’Agenzia di Sviluppo Territoriale LAMORO hanno attivato un indirizzo mail ad hoc per individuare progetti di sviluppo sul territorio che possano essere anche innovativi ed efficaci.

Umberto Fava ha dichiarato, infatti, “Vi invitiamo a scrivere a pnrr@culturaesviluppo.it per proporre possibili progettualità e azioni di intervento utili a favorire lo sviluppo del nostro territorio.”

Le relazioni di Pier Sandro Cassulo di ANCI Piemonte e di Paola Casagrande di Regione Piemonte hanno delineato una panoramica sulle possibilità di intercettare fondi nell’ambito del PNRR e della nuova programmazione europea, con particolare attenzione ai fondi FESR. Sulla base di obiettivi prioritari comuni, dall’innovazione e digitalizzazione, alla transazione ecologica e mobilità sostenibile, fino all’inclusione e coesione sociale e alla salute, si rende sempre più necessario un lavoro di co-progettazione fra enti eterogenei che possa delineare interventi e azioni di lungo periodo e ad alto impatto locale.

A seguire, sono intervenuti Paolo Lantero, Sindaco del Comune di Ovada, e Gianni Ravazzi, Consigliere comunale del Comune di Alessandria, per presentare le due esperienze virtuose presenti sul territorio provinciale. Da una parte, l’esperienza di Coesione dell’Alto Monferrato e, dall’altra parte, il quadro di intervento e studi messi in campo dalla Coesione del Bacino del Tanaro. Due piani di coesione e sviluppo del territorio che hanno avuto e avranno come obiettivo quello di creare sinergie tra numerosi Comuni e enti del mondo profit e non profit per valorizzare le esigenze e peculiarità dei singoli territori coinvolti su temi di interesse condiviso come Ambiente, Turismo, Agricoltura e Benessere locale.

Si mettono a disposizione le presentazioni condivise dai alcuni dei relatori:

Il video del convegno è visualizzabile visitando il sito www.fondazionecralessandria.it, nella sezione “Gallerie Multimediali”.