E’ stata presentata ufficialmente al pubblico la Fondazione “Gianfranco Pittatore per studi e ricerche nel campo economico e finanziario”, dedicata allo scomparso Presidente che ha guidato la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria dal 1991 al 2009.

La Fondazione è stata costituita lo scorso mese di aprile su iniziativa della Fondazione Bancaria, ha carattere nazionale ed è aperta a successive partecipazioni sia di persone fisiche che giuridicheNel maggio scorso ha ottenuto l’iscrizione nel Registro delle persone giuridiche istituito presso la Prefettura di Alessandria.

L’Ente si pone l’obiettivo specifico di promuovere e realizzare studi e ricerche nel settore delle discipline economiche e finanziarie. Queste in sintesi le finalità:

– favorire ed attuare programmi di ricerca anche in collaborazione con Università ed Istituzioni culturali e scientifiche in materia di impresa e di mercato economico-finanziario;

– favorire ed attuare corsi di formazione in collaborazione con Università ed Istituzioni culturali e scientifiche in materie rientranti nelle finalità della Fondazione;

– istituire borse di studio per gli studenti universitari in materie economico-finanziarie;

– promuovere ed organizzare convegni, seminari di studio, conferenze, dibattiti e ogni altra iniziativa che si ispiri e che rientri nelle finalità e negli scopi della Fondazione.

La Fondazione è amministrata da un Consiglio di Amministrazione, presieduto da Renato Viale e composto da Ezio Guerci, Antonio Maconi, Pier Angelo Taverna e Daniele Pittatore, quest’ultimo in rappresentanza della famiglia Pittatore. Il Collegio dei Revisori è formato da Carlo Frascarolo (Presidente), Massimo Bianchi, Biagio Verde. Il Direttore è Mirvano Delponte.

L’Ente si avvale anche di un Comitato Scientifico presieduto da Nerio Nesi.

“Pittatore è stato un manager dalle capacità non comuni: mosso da una chiara visione strategica del divenire delle Fondazioni Bancarie, ha saputo dare un contributo straordinario per lo sviluppo del nostro ente” afferma il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria Pier Angelo Taverna. “Questo suo ruolo viene unanimemente riconosciuto e noi vogliamo trovare un modo per mantenere una duratura memoria del suo operato. Per questa ragione abbiamo pensato ad una fondazione che porti il suo nome e che abbia una precisa connotazione di studio e approfondimento, soprattutto nel settore delle discipline economiche e finanziariequelle maggiormente affini alla sua preparazione e ai suoi interessi, anche se certamente non le sole: basti pensare alla sua sensibilità per le problematiche sociali o all’attenzione per i temi artistici, storici e culturali”.

“Considero un grande onore esser stato chiamato alla presidenza del Consiglio di Amministrazione della Fondazione intitolata a Gianfranco Pittatore” dichiara il Cavaliere del Lavoro Renato Viale. “A Pittatore mi ha sempre legato un rapporto di grande stima e di particolare consonanza su tutte le questioni, particolarmente quelle caratterizzate da un certo rilievo strategico. Pertanto, avere oggi la responsabilità di un ente che si propone di fare memoria del suo nome significa di fatto cercare di tenere vive le caratteristiche di uno stile di lavoro e di vita. Non sarà un compito facile, ma le difficoltà di questo incarico devono stimolare me ed i colleghi del Consiglio di Amministrazione ad un impegno superiore all’ordinario. La crescita e lo sviluppo di questo territorio sono gli elementi cardine su cui impostare il nostro lavoro, in una logica di progetto e di pluriennalità, così da garantire anche un equilibrato e proficuo utilizzo delle risorse”.

Il primo rilevante impegno della nuova Fondazione è l’organizzazione del Forum sul tema “La valorizzazione del Monferrato per lo sviluppo della provincia di Alessandria“, progetto triennale curato da The European House Ambrosetti, la cui prima edizione si è tenuta il 19 aprile scorso ad Alessandria con la presentazione di uno studio strategico contenente proposte e azioni concrete per la promozione del territorio.