La ristampa del volume Storia dell’Ospedale dei Santi Antonio e Biagio di Alessandria è stata presentata ufficialmente al pubblico, nel corso di
una conferenza stampa, presso l’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Alessandria che ha promosso
l’iniziativa.

Il volume, di cui è autore il compianto professor Giovanni Maconi, era stato pubblicato nel 2003 con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria che ha fornito il suo intervento anche in occasione della recente ristampa. Ora sarà disponibile anche in formato e-book.
“A distanza di tanti anni, – ha precisato il Presidente della Fondazione, Pier Angelo Taverna – il volume del professor Maconi rappresenta, oggi come allora, un imprescindibile documento che, attingendo a documenti dell’Archivio di Stato e dell’Archivio storico dell’Ospedale, racconta la storia dell’Ospedale Civile di Alessandria. Una storia scritta con stile semplice e scorrevole, alla portata di tutti  ricchissima di informazioni che non riguardano soltanto lo stato della medicina e della chirurgia, ma anche e soprattutto le vicende della nostra città, a partire dalle fine del ‘400, quando l’ospedale di Alessandria viene citato per la prima volta su documenti ufficiali. Vi trovano spazio anche le condizioni di vita economiche e sociali nel nostro territorio come pure gli eventi straordinari di cui fu teatro tra cui carestie, guerre ed epidemie.

Lo spirito di collaborazione che continua a contraddistinguere i rapporti tra la Fondazione e l’attuale Azienda Ospedaliera “Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo” – ha proseguito – è un ulteriore incentivo a restituire al pubblico questo volume il quale, tutt’altro che datato, costituisce un documento storico di grande attualità.

Un ringraziamento sincero all’ISRAL e al suo Presidente Carla Nespolo che ci hanno nuovamente coinvolto in questa iniziativa e un ricordo commosso dell’autore, stimato professionista e apprezzato scrittore”.