Il 25 novembre dalle 9 alle 12 a Palatium Vetus si terrà un convegno nell’ambito delle celebrazioni per i 450 anni della morte del pontefice.

In occasione del 450° anniversario della morte di Papa San Pio V (1572 – 2022), la Diocesi di
Alessandria, la Provincia di Alessandria, il Comune di Alessandria e il Comune di Bosco Marengo, con il fondamentale sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, hanno costituito un Comitato per le celebrazioni.

La ricorrenza ricopre un interesse molto rilevante per il nostro territorio: Pio V è infatti l’unico Papa di origine piemontese e la sua figura appare tra la più significative dell’epoca moderna. L’intento delle manifestazioni, che si snodano attraverso tutto l’anno 2022, è anche di attualizzare la figura di Antonio Michele Ghislieri con ricadute positive sul territorio, a livello turistico e culturale.

Uno degli eventi più significativi delle celebrazioni sarà la mattinata di approfondimento dedicata a Santa Croce di Bosco Marengo, che avrà luogo venerdì 25 novembre presso Palatium Vetus, sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria.

A partire dalle ore 9 e grazie a diversi ricchi interventi, aperti a tutta la cittadinanza, si illustrerà il nuovo allestimento del museo di Santa Croce (progetto architettonico e allestimenti: Arch. Loredana Iacopino – Torino; Arch. Monica Fantone funzionario della Soprintendenza di Torino; curatrice insieme al dott. Mario Epifani del progetto scientifico riguardante il percorso espositivo del Museo di Santa Croce; Arch. Stefano Pezzato responsabile LL.PP. e Complesso monumentale di Santa Croce per il Comune di Bosco Marengo; Responsabile Unico del Procedimento relativamente ai lavori per il Museo di Santa Croce).

Seguiranno gli interventi di Cinzia Oliva, una dei massimi esperti nel restauro di tessili antichi,
impegnata nel restauro conservativo dei paramenti ecclesiastici e del Dott. Massimo Migliorini (Torino – responsabile del XR lab – Extended Reality Lab – Links Foundation (fondazione finanziata da Compagnia di San Paolo e Politecnico di Torino) per la digitalizzazione del museo e la ricostruzione del modello in “realtà immersiva” della grandiosa “macchina d’altare” di Giorgio Vasari.

A seguire, grazie agli interventi di Padre Costantino Gilardi e della dott. Sara Badano, l’attenzione si concentrerà sull’archivio domenicano di Santa Croce, una preziosissima e unica miniera di documenti solo di recente inventariata e tutta da scoprire.

Infine si avrà la presentazione del volume di Beppe Merlano, Antonella Perin e Maria Carla Visconti, dal titolo “Da Giorgio Vasari agli epigoni ottocenteschi. Legami d’Arte e d’Architettura a Santa Croce di Bosco Marengo”, tutto dedicato proprio alla chiesa boschese.

Scarica il programma