Ovada, 23 giugno 2022 – Giunge alla terza edizione la rassegna culturale “Sconfinamenti”, organizzata dall’Enoteca regionale di Ovada e del Monferrato grazie alla disponibilità e al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria.

Dopo la positiva esperienza del 2021 siamo ancora più sicuri che vino e cultura rappresentino un binomio eccezionale”dichiara il presidente dell’Enoteca Mario Arosio. “Quest’anno abbiamo fatto un passo avanti, coordinandoci con altre importanti agenzie culturali che operano in zona. Insieme abbiamo costruito un calendario di appuntamenti che, da giugno a settembre inoltrato, animerà tutto l’Ovadese”.

“Anche quest’anno, la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria – afferma il presidente, notaio Luciano Mariano – è partner di questa rassegna culturale che si è rivelata un prezioso un motore di promozione turistica per numerose località dell’Ovadese, contribuendo ad ampliarne l’offerta attrattiva e la valorizzazione del patrimonio storico e ambientale. Gli incontri in programma, garantiti da ospiti di rilievo, animeranno le colline dell’Alto Monferrato avvicinando il grande pubblico al territorio, alla natura e alla cultura, in linea con la mission della nostra Fondazione”.

Il tema scelto dagli organizzatori di Sconfinamenti 2022 è Ben-Essere. “Due anni di pandemia ci hanno spinto a riflettere sul significato complesso del termine. Qualcosa che ha a che fare con la salute, certo, ma anche con la socialità e con un equilibrato rapporto dell’individuo con l’ambiente e il territorio” spiega la direttrice artistica Raffaella Romagnolo.

Il calendario si articola su sei incontri dedicati ad altrettanti protagonisti del panorama culturale italiano che, in modi diversi, racconteranno la loro idea di benessere.

Giovedì 7 luglio alle 21 apre la rassegna Michele Mirabella, regista, attore e storico conduttore della trasmissione televisiva Elisir. Si parla di salute, televisione e informazione, naturalmente, ma anche di come l’arte e la cultura possono contribuire al nostro star bene e in armonia. Michele Mirabella dialoga con Marina Mariotti nella splendida cornice del giardino della scuola di musica “Antonio Rebora” di Ovada.

Giovedì 14 luglio alle 21, in un appuntamento dal titolo La follia è un giardino, il pubblico di Sconfinamenti incontra lo psichiatra e scrittore Paolo Milone, autore del bestseller “L’arte di legare le persone” (Einaudi). Un libro prezioso, dove Milone ha riversato la sua viva esperienza presso il Centro di Salute Mentale del centro storico genovese e il reparto di Psichiatria d’urgenza dell’ospedale Galliera. Dialogano con Paolo Milone lo scrittore e psicologo Bruno Morchioe la scrittrice Raffaella Romagnolo. L’appuntamento è presso la SOMS di Belforte Monferrato.

Giovedì 21 luglio alle 18 è la volta di una passeggiata letteraria condotta dall’attore Pino Petruzzelli, che propone al pubblico di Sconfinamenti Vita dei boschi, spettacolo concepito nei duri mesi del lockdown e ispirato al classico “Walden – Vita nei boschi” di Henry David Thoreau. L’appuntamento è al Percorso Verde di Trisobbio.

Giovedì 4 agosto alle 21 ancora uno spettacolo teatrale, dal titolo Bartali prima tappa, ispirato alla vita del grande campione toscano, “Giusto tra le Nazioni” per l’attività a favore degli ebrei perseguitati durante la Seconda guerra mondiale. Scritta dalla giovane regista e drammaturga Lisa Capaccioli, la piece vede protagonista l’attore Francesco Dendi e si tiene a Capriata d’Orba, in piazza Garibaldi.

Lunedì 15 agosto all’alba torna l’ormai tradizionale escursione tra le vigne con concerto al sorgere del sole presso la Tenuta Cannona di Carpeneto. L’edizione 2022 prevede il coinvolgimento del maestro Andrea Oddone, eccellenza del territorio ovadese, per anni direttore del prestigioso concerto di Ferragosto trasmesso da RAI Tre. L’evento si svolge in collaborazione con la scuola di musica “Antonio Rebora” di Ovada, il Comune di Carpeneto, la Fondazione Agrion e il CAI (sez. di Ovada).

Giovedì 25 agosto alle 18 la rassegna si chiude con Sicut Cedrus, reading della scrittrice Raffaella Romagnolo sotto il maestoso cedro del Libano del parco ovadese di Villa Gabrielli. Ad affiancare l’autrice, la regista e attrice Paola Bigatto. Evento in collaborazione con Fondazione Cigno onlus.

Come già negli anni precedenti, ogni incontro prevede una degustazione di vini del territorio a cura dei produttori. Tutti gli incontri si svolgeranno nel rispetto delle misure di sicurezza previste dalla normativa anti-Covid. L’ingresso è gratuito. La prenotazione è obbligatoria rivolgendosi allo IAT di Ovada (via Cairoli 107) al numero 0143.821043, whatsapp 3791187215, mail iat@comune.ovada.al.it

Si ringraziano per la collaborazione:

Comuni di Ovada, Belforte, Trisobbio, Capriata, Carpeneto. Gruppo Acos, Alexala.

www.enotecaregionaleovada.com pagina Facebook@sconfinamentiovada