Il territorio alessandrino con le sue “eccellenze” enogastronomiche, turistiche e culturali ritorna sui canali della televisione di Stato grazie alla convenzione, a suo tempo, sottoscritta con la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria per la valorizzazione del brand Monferrato.

Acqui Terme e l’acquese saranno, infatti, protagonisti di “Sereno Variabile” la nota trasmissione di viaggi e di turismo, in onda su RAI 2, condotta da Osvaldo Bevilacqua. La puntata sarà trasmessa sabato 3 novembre prossimo alle ore 17, mentre le riprese sono state effettuate nei primi giorni di questa settimana in diverse località della nostra provincia.

L’itinerario parte da Acqui Terme, con il centro storico oggetto di recenti ed interessanti scoperte archeologiche risalenti all’epoca romana; prosegue con una carrellata sulle Terme che offrono trattamenti sia curativi che estetici; fa tappa a Villa Ottolenghi, famosa per il suo giardino, classificato tra i più belli d’Europa.

Le riprese della troupe televisiva toccano il piccolo comune di Ponti, famoso per la Sagra del polentone, risalente alla seconda metà del 1500, ai tempi del Marchese del Carretto, e giunta quest’anno alla 442°. Il paese è noto anche per la longevità dei suoi abitanti di cui Federico, 103 anni, è il portabandiera.

Da Ponti a Cremolino, conosciuto per il suo castello, recentemente restaurato, ma risalente, nella parte più antica all’XI secolo, dalla caratteristica architettura che lo rende, nel suo genere, uno dei più pregevoli dell’Alto Monferrato.
Gran finale a Montechiaro d’Acqui con la ristorazione e l’enologia del territorio: oltre al famoso polentone, vengono presentate le formaggette di Roccaverano, gli amaretti, lo zabaione, i vini rossi e bianchi di questa zona del Monferrato con il rinomato Brachetto d’Acqui. Gli allievi della Scuola Alberghiera di Acqui Terme e gli artisti di gruppi musicali locali fanno da cornice alla presentazione delle specialità enogastronomiche.

“Si tratta di un servizio importante per la promozione e la valorizzazione del nostro territorio che – precisa il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Pier Angelo Taverna – negli ultimi tempi, ha fatto registrare un positivo incremento del turismo in   provincia. E’ un segnale significativo della validità della strada che, da qualche anno, abbiamo intrapreso con la collaborazione degli enti pubblici, quali Comuni, Provincia e Camera di Commercio e con le associazioni di categoria interessate”.