Ha suscitato notevole interesse di pubblico la presentazione degli atti del convegno Il Tesoro di Marengo, storie, misteri, ricerche e prospettive che si è svolta nella sala convegni della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, seguita da una visita guidata alla mostra che resterà aperta fino al 31 luglio prossimo.

La pubblicazione, a cura di Marica Venturino Gambari e Alberto Ballerino, è stata realizzata in collaborazione dalla Soprintendenza e dalla Società di Storia, Arte e Archeologia delle province di Alessandria e Asti con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e Fondazione CRT.

Grande attesa anche per l’incontro in programma giovedì prossimo, 11 luglio alle ore 16, nella sala del “broletto” dove è in programma il Workshop sulle analisi archeometriche in corso sugli argenti di Marengo dal titolo Un Tesoro in analisi che prevede gli interventi di esperti delle Università degli Studi di Torino e di Padova che portaranno a conoscenza del grande pubblico una serie approfondita di analisi effettuate al fine di raccogliere nuovi elementi su tecniche di lavorazione, provenienza della materia prima e vicende post-deposizionali dei reperti.

Questi gli argomenti che verranno trattati:

  • Un Tesoro tra passato e futuro. Un progetto di studio, analisi e valorizzazione del Tesoro di Marengo a cura di Egle Micheletto, Soprintendente epr i Beni Archeologici del Piemonte e Marica Venturino Gambari, funzionario della stessa Soprintendenza;
  • Studio minero-petrografico per la definizione del sito di ritrovamento del Tesoro di Marengo, a cura di Alessandro Borghi dell’Università degli Studi  di Torino;
  • Tracciabilità geochimica dei metalli a cura di Gilberto Artioli e Ivana Angelini dell’Università degli Studi di Padova;
  • Analisi metallografiche e composizionali su argenti e dorature a cura di Paola Rizzi dell’Università degli Studi di Torino;
  • Analisi e identificazione dei materiali organici in tracce presenti sugli argenti del Tesoro di Marengo a cura di Dominique Scalaronedell’Università  degli Studi di Torino.

Si tratta di due iniziative di grande interesse rispettivamente storico e scientifico che rientrano nel programma degli eventi collaterali all’esposizione Argenti di Marengo a Palatium Vetus, un tesoro nel tesoro, finalizzati alla valorizzazione del Tesoro di Marengo avviato dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici del Piemonte e del Museo Antichità Egizie e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria.