La leggenda di Aleramo sarà protagonista di Voyager, la nota trasmissione di Rai Due che andrà in onda lunedì 26 marzo prossimo alle 21.

L’iniziativa rientra nell’accordo Rai – Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, sottoscritto per il 2010/2011 e rinnovato anche per il 2011/2012, con l’obiettivo di promuovere, a livello nazionale ed internazionale, la valorizzazione del nostro Monferrato.

La nuova struttura del programma prevede la messa in onda alcuni  reportage  nel corso dei quali si cerca di svelare i segreti della scienza, i misteri sulle origini dell’uomo e, come in questo caso, la verità nella leggenda.

Il conduttore, Roberto Giacobbo, è rimasto colpito dalla particolarità della leggenda secondo cui Aleramo, vissuto nel X secolo, avrebbe circoscritto i confini del Marchesato del Monferrato percorrendo a cavallo oltre quattrocento chilometri, in tre giorni e tre notti, nel territorio compreso tra il fiume Tanaro ed il Mar Ligure.

Con la consulenza di associazioni e circoli culturali attivi sul territorio, la Rai ha ricostruito i passaggi salienti della vita leggendaria del marchese, ciclicamente ripresa dalla storia e dalla letteratura, fino all’interesse mostrato da poeti come Giosué Carducci e Giovanni Pascoli.

Le telecamere di Rai Due hanno girato in esterno presso l’abbazia di Santa Giustina di Sezzadio, il castello di Gabiano, sulle colline tra Acqui Terme, Bistagno e Spigno, nella chiesa del castello di Carpeneto e nella chiesa di Grazzano Badoglio dove Aleramo sarebbe sepolto.

Il programma segue quello trasmesso da Voyager, nell’ottobre dello scorso anno, e dedicato alle origini monferrine di Cristoforo Colombo con un ampio excursus su storia, natura e tradizioni del nostro territorio.